La via dei Greci nella Lucania antica

Colonie greche (immagine da wikipedia)

La Via dei Greci “Metaponto – Poseidonia” (da Pareti, Op.cit)

Il Tratturo degli Stranieri era parte della più lunga “via istmica” che collegava via terra il mar Jonio al mar Tirreno, attraversando i monti della Lucania interna. Un itinerario già noto durante l’età dei metalli, che i Greci utilizzarono per collegare le città della costa Jonica con Poseidonia. Il Tratturo degli Stranieri era frequentato anticamente dai popoli oschi insediati nelle valli del Basento, del Melandro e dalle loro greggi,  proseguiva nella Valle del Tanagro e nell’area cilentana (Roscigno) con la denominazione di “Trazzera degli Stranieri” (il termine Trazzèra, dal francese dreciere, dressière «via diritta»). Durante il periodo romano, il tratto compreso tra Potentia e Satrianum, era coincidente con una variante della via Herculia che proseguiva verso Marsico Nuovo e Grumentum. Sulle mappe catastali del XX secolo per la parte lucana è segnato ancora con la denominazione “Tratturo degli Stranieri” nei territori comunali di  Tito e Satriano di Lucania. In direzione opposta proseguiva con la denominazione di “Via dei Greci” verso Potenza, attraversando la Valle del Basento, fino a Metaponto. Nella prima parte di questo studio, viene illustrato l’itinerario che da Tito raggiunge Atena Lucani […Articolo in fase di iserimento…]

Licenza Creative Commons
Il Cammino di Puglia, i Tratturi della Transumanza di Antonio Bavusi e Vito L’Erario è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso www.pandosia.org

E’ possibile richiedere gratuitamente, tramite modulo di contatto, la copia cartacea del testo Il “Cammino di Puglia” (192 pagine) indicando il proprio nome, cognome, indirizzo postale, CAP – nome del Comune di domicilio e recapito telefonico). Indicare il motivo del proprio interesse a ricevere il testo.